Il diario di Anne Frank – La graphic novel di Ozanam e Nadji

il diario di anne frank graphic novel star comics

Voto:

Star Comics porta in Italia la straziante graphic novel di due grandi autori del fumetto franco-belga, Antoine Ozanam e Nadji, che realizzano un fedele ed emozionante adattamento della prima edizione del diario di Anne Frank, pubblicata nel 1947.

Anne e la sua famiglia hanno perso la cittadinanza tedesca in seguito alle leggi emanate dal governo di Hitler e vivono ad Amsterdam. In seguito all’occupazione dei Paesi Bassi da parte dell’esercito tedesco, i Frank sono costretti a nascondersi nel retro di un palazzo adibito ad uffici. Il loro nascondiglio è precario: basta poco per essere scoperti, arrestati e deportati.

diario di anne frank star comics compleanno

Anne è una normale ragazzina e il giorno del suo tredicesimo compleanno riceve in regalo dai genitori il suo primo diario. Tra le pagine annota i propri pensieri e le frustrazioni dell’essere adolescente; all’inizio scrive soprattutto per passare il tempo, ma poi decide di realizzare una cronaca degli avvenimenti ai quali assiste fuori e dentro il nascondiglio. Ci racconta di quelle mura che, oltre ad essere una protezione contro i tedeschi, diventano una prigione, un mondo con regole di convivenza troppo assurde e rigide agli occhi di una ragazzina.

Anne non sopporta il dover condividere il poco spazio a sua disposizione con degli estranei, la mancanza di privacy, il dover passare le giornate in silenzio e centellinare il consumo di acqua. Odia il non poter decidere della propria vita, la fa sentire come schiacciata tra due muri: da una parte i nazisti e dall’altra la famiglia che continua a calpestare i suoi sentimenti, e non le permette nemmeno di poter provare affetto per l’unico ragazzo del rifugio. Anne vorrebbe solo un po’ di felicità, ma sa che fino a quando non finirà la guerra e resterà nel nascondiglio, non potrà mai averla.

diario di anne frank graphic novel tedeschi

Gli autori della graphic novel cercano di farci comprendere i sentimenti di Anne, in particolare le sensazioni di ingiustizia e claustrofobia dovute al fatto di doversi nascondere, di vivere sempre con il timore di essere scoperta. L’opera trasmette queste sensazioni con la predominanza dei colori scuri, come il viola che non dà scampo e ruba allegria, facendo sparire qualsiasi altro colore, la penombra di chi deve tenere le finestre chiuse per nascondersi; ogni tanto si vede un po’ di arancione, come quel poco di sole che filtra dalle finestre ma che non può essere goduto.

Il lavoro dei due autori regala nuova vita alle cronache di Anne, donando loro quello spessore e quelle immagini che non è possibile figurarsi con la semplice lettura del diario. Anne era una semplice ragazzina con tanta voglia di vivere portatale via in modo violento; la perdita della luce del sole è forse peggio della perdita della cittadinanza e dei diritti, la costante paura di essere scoperti rende straziante ogni giorno.

diario di anne frank star comics tedeschi

L’opera riempie il cuore di malinconia e amarezza, nonostante la piccola protagonista continui a sperare in un futuro migliore. Anne non vede l’ora di pubblicare il suo diario, di rendere il mondo partecipe di quello che ha passato rinchiusa in una stanza, affinché si serbi il ricordo di quello che hanno dovuto passare i perseguitati.

Il suo sogno si è realizzato, il diario oggi è in tutte le librerie e biblioteche del mondo. La voce di Anne continua a raccontarci una versione profonda e personale della più grande tragedia del ventesimo secolo.

Un ringraziamento speciale a Star Comics

Nerd ancora da prima di conoscerne il significato e sfogliavo i fumetti ancora prima di saper leggere. Cinema, fumetti, manga e libri sono il mio bisogno quotidiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*