Rome & Roll – Disegna la nuova capitale dell’impero!

rome and roll gioco da tavolo giochix

Voto:

Antica Roma, dopo il grande incendio del 64 d.C. l’imperatore Nerone si rivolge alle persone più influenti della città affinché possano ricostruire la capitale nel migliore dei modi, grazie al loro prestigio e i loro consiglieri, per ridefinire l’architettura dei nuovi edifici e consolidare il potere sulle colonie. Soltanto uno diventerà il braccio destro dell’imperatore.

Rome & Roll è un gioco roll and write di Dàvid Turczi e Nick Shaw, per 1-4 giocatori, edito in Italia da Giochix. Nel corso della partita ciascun giocatore, draftando i dadi disponibili, avrà l’obiettivo di accumulare il maggior numero di punti costruendo edifici, commerciando risorse, conquistando colonie e rinnovando la rete di strade che porta fino alla Città Eterna.

rome and roll setup per 2 giocatori
Setup per 2 giocatori

Il setup è molto rapido ed è diverso a seconda del numero di giocatori. Si pone il tabellone al centro del tavolo, si distribuiscono plance, pennarelli e meeples dei rispettivi colori, e si pone casualmente un certo numero di carte progetto a seconda della tipologia, 3 carte divinità e le carte Nerone. Poi si lanciano i dadi, di colore e quantità dipendente dal numero di giocatori. Ogni giocatore pone uno dei suoi meeple sull’edificio Forum Romanum (quello al centro del tabellone) e si applicano eventuali particolarità relative al proprio personaggio. Il primo giocatore riceve anche la carta Proconsul.

Tutte le risorse, le caselle consiglieri sbloccate, i valori raggiunti sui vari tracciati, gli edifici sulla mappa, gli insediamenti e le strade, vengono disegnate sulle plance e sul tabellone tramite i propri pennarelli.

rome and roll plancia giocatore
Plancia giocatore

La partita si svolge secondo un certo numero di round, fino all’innesco della fine partita, ciascuno composto da 2 fasi: Fase Draft di Dadi e Fase Azioni.

La Fase Draft di Dadi si svolge nel seguente modo:

  • Il Proconsul lancia tutti i dadi
  • In ordine di turno ogni giocatore sceglie 1 dado dalla riserva
  • Dopo che ogni giocatore ha preso 1 dado si sceglie un secondo dado in ordine inverso di turno

La Fase Azioni si svolge a turno nel seguente modo:

  • Si usa uno dei dadi precedentemente scelti
  • Si usano le icone presenti sulla faccia del dado scelto
  • Si esegue 1 azione principale ed, eventualmente, diverse azioni gratuite
rome and roll tabellone
Tabellone

È importante sapere che ci sono ben 6 azioni principali disponibili tra cui scegliere ed alcune azioni gratuite. Per svolgere alcune di queste azioni è necessario utilizzare una specifica icona lavoratore presente sul dado, tra cui Legionario, Costruttore, Architetto, Mercante e un’icona jolly.

Le azioni principali sono le seguenti:

  • Costruire (richiede un dado con un Costruttore o un Architetto): si sposta il proprio supervisore sulla mappa, si sceglie una carta progetto tra quelle disponibili (cioè senza un meeple avversario posto sopra) e ci si pone sopra il proprio capomastro, si paga il costo in risorse e si disegna l’edificio sulla mappa (tabellone) rispettandone la forma ed i vincoli e ricevendo eventuali benefici (se previsti). Tutti gli edifici adiacenti a quello appena costruito attivano la loro abilità per il rispettivo proprietario. Se si costruisce adiacente ad un edificio avversario si guadagna anche un Senatore. In questo modo è possibile avanzare sul proprio tracciato degli Edifici ed eventualmente sul tracciato Senatori. I Senatori servono a fare un doppio draft o per ottenere simboli lavoratori non presenti sui propri dadi. Se si costruisce un edificio religioso si ottiene anche una carta divinità disponibile, che fornisce benefici aggiuntivi da usare quando si vuole.

rome and roll edificio

  • Reclutare Legioni (richiede un dado con un Legionario): si scelgono fino a 3 edifici che abbiano l’abilità Legione e si ottengono i relativi benefici. Se si usano gli edifici degli avversari questi ultimi guadagnano 1 moneta per ciascun edificio attivato. In questo modo è possibile avanzare sul proprio tracciato delle Legioni.
  • Conquistare (richiede un dado qualsiasi): per conquistare un insediamento occorre una Potenza Militare sufficiente. La Potenza Militare si calcola sommando il proprio numero di Legioni disponibili ed eventualmente il numero di simboli Ausiliari presenti sui dadi. La Potenza Militare richiesta è indicata dal numero scritto su ciascun insediamento. È possibile conquistare anche più di un insediamento con un’unica azione se la propria Potenza Militare lo consente. Successivamente si invia una Legione (che quindi non sarà più disponibile in futuro) in ciascun insediamento. In questo modo è possibile avanzare sul proprio tracciato della Gloria.

rome and roll insediamenti

  • Espandere (richiede un dado con un Costruttore): in questo modo è possibile costruire le strade che collegano gli insediamenti conquistati alla città di Roma. Per far ciò si spende una risorsa pietra per ciascuna strada e si disegna la strada scelta (eventualmente guadagnando risorse dalla regione in questione, se applicabile). In questo modo è possibile avanzare sul proprio tracciato del Retaggio.
  • Tassare (richiede un dado qualsiasi): si sceglie una regione, poi ciascun proprio insediamento di quella regione, che sia connesso con Roma tramite strade rinnovate, fornisce una risorsa di quella regione. Se sul dado è presente anche il simbolo del Mercante allora l’azione si applica a tutte le regioni.
  • Commerciare (richiede un dado qualsiasi): si spendono 3 risorse uguali (tra Legno, Mattone, Pietra o Cibo) per ottenere 3 Monete. La risorsa Gioiello va considerata come un jolly e fornisce monete extra. Successivamente tutti i giocatori possono attivare la produzione di uno dei propri edifici. In questo modo è possibile avanzare sul proprio tracciato delle Monete.
rome and roll tracciati
I tracciati

Le azioni gratuite sono Immagazzinare, che consente di accumulare risorse sulla propria plancia, e Corrompere Consiglieri, che si trovano sulla propria plancia e forniscono abilità extra e punti vittoria.

Ogni volta che un giocatore raggiunge la casella blu su uno dei propri tracciati Monete, Edifici, Retaggio o Gloria riceve una carta Nerone. Quando le carte Nerone sono finite si innesca la fine della partita e si esegue un ultimo round.

Successivamente si contano in punti vittoria nel seguente modo:

  • Valore più alto sul tracciato Monete
  • Valore più alto sul tracciato Edifici
  • Valore più alto sul tracciato Retaggio
  • Valore più alto sul tracciato Gloria
  • Punti sbloccati dei propri Consiglieri
  • Punti per ciascun edificio costruito
  • Punti da carte Nerone
  • Punti pari alla metà del valore più alto (arrotondato per eccesso) sul proprio tracciato Legioni
  • Punti pari alla metà del valore più alto (arrotondato per eccesso) sul proprio tracciato Senatori

Il giocatore con il maggior numero di punti è il vincitore. In caso di pareggio vince chi ha più Legioni. In caso di ulteriore pareggio la vittoria è condivisa.

rome and roll punteggi

Roll & Rome è un roll and write piuttosto atipico. Di solito questo genere di giochi è veloce, immediato e con poche regole mentre, in questo caso, ci troviamo chiaramente di fronte ad un gestionale di peso medio, dove la scelta di optare per la modalità roll and write è stata dettata da ragioni di tipo economico, legato ai materiali, così come spiegato dall’autore. Infatti, anziché trovare centinaia di cubetti colorati per le risorse e di tessere polìmino per gli edifici da piazzare sul tabellone (che in tal caso avrebbe dovuto essere molto più grande), questi saranno disegnati ed annotati sulle plance riscrivibili.

All’interno della scatola troviamo infatti il tabellone, le plance giocatore, le carte, i meeples e i dadi, ma anche un set di pennarelli colorati da utilizzare durante la partita. I materiali sono di ottima qualità, le plance sono lucide e facilmente ripulibili, i dadi sono grandi ed anche le carte sono buone e non necessitano di essere imbustate.

L’ergonomia generale dei componenti è comoda, e per ricordare tutte le regole e la simbologia necessaria troviamo un utile riepilogo sul retro delle plance giocatore. Le illustrazioni sulle carte sono piacevoli da guardare mentre, di contro, la grafica del tabellone è piuttosto essenziale e spesso mal si adatta ai colori di alcuni pennarelli (soprattutto verde e marrone), cosa che purtroppo verso fine partita si aggiunge alla caoticità causata sul tabellone dai vari disegni e scritte.

Il regolamento è chiaro, in quanto scritto e tradotto bene, e non lascia spazio a dubbi; il gioco è dipendente dalla lingua per via delle indicazioni sulle plance giocatore.

rome and roll contenuto della scatola
Contenuto della scatola

La meccanica principale è quella del draft di dadi e dell’area control tramite costruzione su mappa: i giocatori si contendono i dadi disponibili e le zone libere sul tabellone al fine di costruire il proprio motore di gioco. L’unica vera innovazione è riscontrabile nel crossover tra un german ed un roll and write, cosa che potrebbe appassionare, oppure indispettire, agli amanti di un genere piuttosto dell’altro.

Le plance sono asimmetriche, grazie alle caratteristiche variabili dei personaggi, e questo porta ciascun giocatore a preferire alcune strategie ad altre.

Gli edifici si differenziano a seconda della tipologia, della forma, delle abilità istantanee o permanenti, e dei benefici e quindi, in base a questo, si imposta anche la costruzione del proprio motore di gioco. Il piazzamento inoltre è legato ad alcuni vincoli specifici, e questo rappresenta un ulteriore elemento da tenere in considerazione.

rome and roll carte progetto
Le carte progetto

La presenza dell’alea è praticamente nulla in quanto, nonostante il lancio di dadi ad ogni inizio round, ci sono diverse azioni che non richiedono simboli specifici ed inoltre è possibile attivare qualsiasi azione grazie all’utilizzo dei Senatori. Anche il draft di dadi viene fatto secondo uno schema tale da non sfavorire chi è ultimo di turno.

Si riscontra un certo equilibrio tra tattica e strategia in quanto, nonostante sia possibile immaginare un’impostazione di ampio raggio della propria partita, ci sono molte situazioni in cui bisogna adattare le proprie scelte a seconda di come giocano gli avversari (ad esempio nella selezione dei dadi, nel posizionamento e tipologia degli edifici, nella velocità di avanzamento sui vari tracciati).

Di conseguenza la componente interattiva, sia diretta che indiretta, si sente sotto diversi aspetti. É sempre importante guardare il gioco degli avversari e le loro scelte in quanto potremmo trovarci senza spazio sulla mappa, trovare carte progetto occupate o vederci sottrarre anzitempo le carte Nerone.

rome and roll carte nerone e divinità
Carte Nerone e divinità

L’ambientazione è presente ma non determinante: il tema è concettualmente rispettato nella ricostruzione della città, nella conquista di avamposti stranieri o nelle attività di tasse e commercio. In generale, però, non è uno dei punti di forza del gioco.

La scalabilità è ottima, grazie agli adattamenti pensati proprio per un numero di giocatori variabile: il tabellone presenta due facce (una per 1-2 giocatori e l’altra per 3-4 giocatori), stesso discorso per il numero di dadi da utilizzare e per alcune specifiche carte. Ovviamente la durata aumenta con l’aumentare del numero di giocatori ed è inficiata dal ventaglio di scelte disponibili. In generale, almeno per le prime partite, bisogna considerare all’incirca 1 ora a giocatore.

La modalità in solitario prevede un avversario virtuale chiamato Seneca, caratterizzato da specifiche carte ed un canonico dado standard, che svolge azioni normalmente e può essere settato a diversi livelli di difficoltà. Inoltre c’è una variante per due giocatori che, con l’introduzione di Seneca, rende più restrittivo l’accesso ai progetti.

rome and roll carte seneca
Carte Seneca

Rome & Roll è un gioco solido e profondo per giocatori navigati, dove l’esperienza al tavolo si fa sentire nella complessità della sua struttura variegata, e poco si addice a chi si aspetta un classico e leggero roll and write.

Ci sono azioni da pianificare, elementi da collegare e bilanciare, motori di gioco da costruire, e questo è quanto solitamente si ritrova in un german di tipo gestionale di media difficoltà poco adatto ad un neofita.

Un ringraziamento speciale a Giochix

Ingegnere, chitarrista, boardgamer, lettore, sportivo... perché chiudersi in una sola definizione? Mi piace spaziare in tutti i campi della cultura, allargare sempre i miei confini, viaggiare, conoscere e condividere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*