The Barbarian King Vol.1 – Le Spade Spezzate

the barbarian king le spade spezzate fumetto

Voto:

Non avete mai smesso di pensare a Conan Il Barbaro? Grazie alla Leviathan Labs il re di Aquilonia torna a fumetti ed in una versione tutta nuova e mai vista prima!

Primo di una (spero) lunga serie, The Barbarian King – Le Spade Spezzate non subisce affatto il contraccolpo tipico dell’inizio di una nuova saga, dove di solito la narrazione rallenta per riprendere le redini della situazione e ricordare al lettore personaggi e trama, anzi parte letteralmente con il botto proponendo una cosa del tutto inaspettata, poiché non sarà Conan il primo personaggio che incontrerete, ma il suo antagonista.

Lo stregone Yara, finalmente libero dalla sua prigionia, è pronto per reclamare vendetta contro Conan e lo colpirà proprio dove il barbaro non può difendersi, riuscendo ad allontanarlo da tutto e tutti. Le scelte, a parte quella di morire, sono ben poche per il protagonista, ma un aiuto decisamente inaspettato apparirà al suo cospetto. Fatevi bastare questa anticipazione, non voglio assolutamente dirvi di più perché questo volume merita assolutamente di essere scoperto.

Si sente che sul volume ci hanno lavorato ben tre sceneggiatori, ovvero Massimo Rosi, Alessio Landi e Luigi Boccia, perché la trama è incredibilmente scorrevole, i dialoghi sono naturali, plausibili e ben fatti (il linguaggio viene incontro al lettore, essendo né troppo moderno né troppo aulico), e il cambio di ambientazione non pesa per nulla: si passa dal vedere le azioni di Yara a quelle di Conan, per poi approfondire il passato dello stregone come il mito della spada Kara-Mun in un modo naturale e coerente. The Barbarian King riesce a mantenere più fili narrativi senza dare il minimo senso di disorientamento, cosa decisamente rara di questi tempi.

Un’altra peculiarità è che anche i disegnatori sono tre: Luca Panciroli, Federico De Luca ed Alessandro Bragalini, ed anche in questo caso tale scelta porta un valore aggiunto non indifferente, poiché riescono a sottolineare la distinzione tra la narrazione normale, i ricordi ed il mito. Un vero tocco di classe soprattutto perché ogni artista riesce, tramite il suo stile narrativo, a rendere le ambientazioni ancora più distintive e significative.

I tratti forti di Panciroli esprimono tutta la potenza della contemporaneità, il dramma, mentre i tratti più puliti di De Luca rispolverano il passato di Conan, la certezza delle scelte e l’ingenuità della gioventù rendendo quegli eventi molto distanti ormai dal presente, infine c’è il tratto di Bragalini che incarna perfettamente l’onirismo del mito unito al ricordo.

Leggere The Barbarian King fa vibrare corde del passato, rievoca alla mente ricordi di vecchi film (non solo riguardanti Conan nello specifico, ma anche tutti quelli di genere simili usciti all’epoca) che parlavano di potenza umana ed esoterismo, di miti e divinità. È un fumetto vecchio e nuovo al tempo stesso, difatti i ragazzi della Leviathan Labs sono riusciti nella sfida più ardua: trattare del re di Aquilonia in un modo mai visto prima, senza snaturarlo o ridicolizzarlo.

Le Spade Spezzate è un volume estremamente coinvolgente, in grado di trasmettere tutta l’atmosfera esoterica e di dramma espressa nel racconto. La lettura non è affatto veloce sebbene agevole, perché le tavole sono talmente ricche da meritare il giusto tempo per essere analizzate e godute appieno, quindi per fortuna non è un fumetto che si consuma in pochi minuti di lettura ma è in grado di catturare e farsi apprezzare.

C’è enorme rispetto nel modo in cui viene trattata la figura di Conan e ciò si percepisce in ogni pagina del fumetto. Se amate il personaggio non potrete fare a meno di apprezzare The Barbarian King.

Un ringraziamento speciale alla Leviathan Labs

🛒 The Barbarian King Vol.1 è acquistabile sullo store di Leviathan Labs

Nina-chan
Nina-chan Articoli
Dolce, carina, coccolosa, sadica, affascinata dall'horror e dal creepy... insomma, gli opposti convivono in me. "Mani in pasta" ovunque con collaborazioni tra sceneggiature, recensioni, gestione di disegnatori ed autori, sono loro il mio mondo. Datemi libri, non fiori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*