La Taverna Di Mezzanotte. Tokyo Stories – Volume 4

la taverna di mezzanotte 4

Voto:

Torna sugli scaffali col suo quarto volume La taverna di mezzanotte, il delizioso manga di Yaro Abe pubblicato in Italia da Bao Publishing. Con l’arrivo della stagione autunnale, sfogliarne le pagine è ancora più magico: sembra quasi di riuscire a sentire il calore e le fragranze emanate dai numerosissimi piatti che sono i protagonisti indiscussi di questa serie di successo. Il cibo infatti è ancora una volta il filo invisibile che lega le vite di tutti coloro che si fermano in questa speciale taverna a consumare un pasto.

Il misterioso proprietario, di cui non abbiamo ancora scoperto il nome, presenta un menù fisso piuttosto scarno ma può preparare qualunque pietanza, a patto di disporre degli ingredienti necessari. Questa bizzarra premessa spinge tutti coloro che visitano la taverna a immaginare il piatto che vogliono degustare anziché scegliere sbadatamente da una lista, scavando nei ricordi dell’infanzia o lasciandosi ispirare dagli altri clienti. È proprio questo elemento così personale ed unico ad innescare nei clienti una serie di ricordi ed emozioni, talvolta così accesi e vivaci da spingerli a prendere decisioni importanti o a riflettere su momenti salienti delle loro vite.

la taverna di mezzanotte 4 cotolette

Grazie anche alla fortunata serie Netflix dal titolo Midnight Diner, molti di voi sapranno già che questa peculiare taverna è aperta da mezzanotte alle 7 del mattino, un orario che potrebbe indurci a pensare che abbia davvero pochissimi clienti. Eppure, le persone che attraversano le stradine di Tokyo a notte fonda sono più di quante potremmo immaginare, e ognuna di loro custodisce una storia.

In questo quarto volume, che segue la consueta suddivisione in brevi capitoli, ognuno incentrato su una pietanza e (almeno) un personaggio, ritroviamo alcuni dei personaggi più amati della serie, a partire dall’esuberante Kosuzu. Forse per la prima volta, l’uomo mostra un lato nuovo di sé, emerso proprio a seguito di una cruda scoperta: un suo amico d’infanzia ha perso la vita e la causa è da attribuire all’età più che a un evento improvviso e inaspettato. Complici il profumo di una frittata dolce e un sorso di sake, Kosuzu riflette dunque sullo scorrere del tempo. L’uomo gestisce il suo bar da ben 45 anni, ma non aveva mai davvero realizzato di non essere più giovane e, da un momento all’altro, il peso degli anni inizia a esercitare una pressione mai avvertita prima. Grazie all’atmosfera magica della taverna e agli incontri inaspettati che qui hanno luogo, Kosuzu ritroverà la sua forza.

la taverna di mezzanotte 4 polpo

Uno dei capitoli più toccanti è senza dubbio quello dedicato alla giovane Ikumi, la cui vita cambia radicalmente grazie a un incontro avvenuto proprio nella piccola taverna. La ragazza ha catturato l’attenzione di un frequentatore del locale, ma è costretta a mantenere una certa distanza a causa di una relazione segreta. Il cibo riuscirà a unire le sorti dei due inconsapevoli protagonisti, tessendo pian piano il loro destino in un sottile gioco di sogni e rimpianti, scandito dal profumo di una particolare pietanza.

Non tutti i personaggi conosceranno però un lieto fine, e gelosia e invidia saranno protagoniste di più di un racconto. Yaro Abe ci mostra senza filtri ogni lato dell’essere umano, senza dimenticare quelli più torbidi. La cura che il mangaka ripone nel creare ritratti che non si limitino al bianco e al nero dà vita a personaggi estremamente complessi e sfaccettati, le cui scelte risuonano nel cuore del lettore proprio perché così realistiche.

Col suo tratto semplice e la grande attenzione riservata all’espressività, Yaro Abe ci trasporta con delicatezza in tematiche importanti come il trascorrere inesorabile del tempo, le differenze generazionali e la dipendenza dal gioco d’azzardo. Sfogliando le pagine de La Taverna di Mezzanotte ci sentiremo immersi nella Tokyo fatta di persone comuni, dove questa piccola e modesta taverna è teatro di amori che sbocciano ed altri che si spengono, nuovi propositi e rimpianti, il tutto sempre e comunque accompagnato da un pasto capace di scaldare il cuore.

Un ringraziamento speciale a Bao Publishing

Melancoliae Articoli
Una traduttrice made in Italy appassionata di videogiochi (in particolare j-rpg), fumetti (Bonelli, americani e giapponesi), anime, letteratura fantasy e sci-fi e serie tv.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*