Locke & Key – la prima stagione della serie Netflix

locke and key serie netflix stagione 1

Voto:

La lista di serie tv ispirate a fumetti sul catalogo Netflix continua ad ampliarsi. Dopo The Umbrella Academy, Le terrificanti avventure di Sabrina e The End of the F***ing World (per citarne solo alcune), questa volta è il turno di Locke & Key, un titolo che suonerà familiare agli appassionati di horror.

Pubblicata in Italia da Magic Press Edizioni, l’opera in 7 volumi a cui si ispira è stata illustrata da Gabriel Rodríguez e scritta da Joe Hill, figlio del celebre scrittore Stephen King. Il duo è riuscito a bilanciare magistralmente la componente horror e quella fantastica, creando un’ambientazione realistica e ricca di sfumature, con una un’atmosfera dai toni cupi ma piena di magia.

Si parlava di questo adattamento già dal 2011, quando la Fox decise per prima di produrlo, ma dopo svariati cambiamenti che hanno coinvolto anche Hulu nel 2017, la prima stagione è stata finalmente realizzata da Netflix e lanciata il 7 febbraio. Affidata agli abili produttori Carlton Cuse (noto soprattutto per Lost) e Meredith Averill (The Haunting of Hill House), Locke & Key ha purtroppo deluso le aspettative.

locke and key netflix fratelli

La prima stagione, composta da 10 episodi, segue le vicende dei tre fratelli Kinsey, Tyler e Bode, in un momento particolarmente drammatico delle loro vite: il padre, Randall Locke, è stato da poco assassinato da uno dei suoi studenti, Sam Lesser. Questo spinge la madre, Nina, a lasciarsi alle spalle Seattle per trasferirsi con i figli nella casa natale del defunto marito a Matheson (chiamata Lovecraft nella serie a fumetti), nel Massachusetts. La sinistra abitazione appartiene alla famiglia Locke da generazioni e il suo nome, Keyhouse, allude già all’elemento che stravolgerà la vita della famiglia: delle chiavi dai poteri inimmaginabili.

I rimandi alle chiavi sono numerosissimi (oltre al nome della casa, il cognome “Locke” ha lo stesso suono di “lock”, la parola inglese per “serratura”) e lo spettatore non dovrà attendere molto prima di vederne una. Già nel primo episodio, il più piccolo dei tre fratelli, Bode, scova durante la sua esplorazione della nuova casa un pozzo visibilmente in disuso; qui incontra una creatura misteriosa che dice di essere una semplice Eco e gli rivela la presenza di chiavi magiche all’interno della Keyhouse. Come si può ben immaginare, nessuno in famiglia crede a Bode quando riporta l’accaduto, ma questo non lo scoraggia affatto e in breve tempo riesce a trovare altre due chiavi.

locke and key netflix bode chiave

Mentre Bode sperimenta con gli oggetti magici libera involontariamente l’Eco dal pozzo, che rivela di lì a poco le sue vere intenzioni: appropriarsi delle chiavi. Il resto della famiglia si trova ad affrontare nel frattempo problemi di altra natura: Nina cerca di scoprire di più sul passato del marito, nella speranza di far luce sul suo assassinio, ma le ricerche fanno invece emergere nuovi misteri legati alla sua giovinezza e alla casa stessa. Le domande non fanno che aumentare e il mistero infittirsi.

Kinsey e Tyler cercano invece di superare il trauma della morte del padre e integrarsi nella nuova scuola, compito piuttosto difficile considerate le voci sinistre che girano su Keyhouse e il fatto che tutti in città sembrino conoscere la loro tragedia famigliare. Questo momento delicato diventa ancora più difficile da gestire quando Bode mostra finalmente ai fratelli maggiori i poteri delle chiavi e chiede il loro aiuto per proteggerle.

locke and key netflix bode baule

La serie introduce delle chiavi nuove rispetto al fumetto, più adatte alla resa televisiva, e ne ripropone altre come la Chiave Ognidove, che consente di raggiungere qualunque luogo a condizione che si sia vista almeno una volta la porta d’accesso. Un’altra molto importante, ma leggermente modificata rispetto al fumetto, è la Chiave Cambia Faccia: utilizzandola si può assumere l’aspetto esteriore di un’altra persona.

Col ritrovamento delle chiavi, diventa chiaro ai tre fratelli come strumenti così potenti potrebbero avere conseguenze disastrose nelle mani sbagliate. Ogni chiave possiede un potere incredibile, capace di spalancare le porte su universi fantastici, manipolare oggetti e persone, librarsi in aria e addirittura esplorare le menti. È tramite quest’ultimo potere che la serie tocca sporadicamente l’argomento dei demoni interiori, purtroppo senza soffermarcisi abbastanza.

locke and key netflix serratura

Sebbene le premesse dietro Locke & Key fossero ottime, la serie non ha saputo sfruttare appieno il materiale a disposizione e dare forma a un prodotto coeso e convincente. Gli amanti della serie a fumetti che sperano di ritrovare le atmosfere cupe e violente della storia originale rimarranno probabilmente delusi. Pur conservando alcune scene particolarmente crude, come l’assassinio di Randall Locke, la serie risente del tentativo degli autori di indirizzarla ad un pubblico più ampio possibile, dando precedenza a dinamiche adolescenziali alquanto prevedibili piuttosto che all’horror vero e proprio.

Indipendentemente dalle differenze con la serie a fumetti, comprensibili in quanto si tratta di due media totalmente diversi, l’atmosfera risente anche di scarsa coerenza e scelte forzate, e i cliché delle serie dello stesso filone danno la sensazione di trovarsi di fronte a una storia già vista. La trama procede con un ritmo incalzante, alternando le indagini di Nina alle esperienze dei tre fratelli, e mostrando gradualmente flashback su importanti avvenimenti del passato. Questa dinamica è efficace e gli episodi risultano scorrevoli, ma non possiamo fare a meno di notare come molti eventi e scelte dei personaggi siano poco convincenti.

locke and key netflix sdoppiamento

Nel complesso, Locke & Key si è rivelata una serie piacevole da guardare, con alcuni spunti interessanti e qualche colpo di scena inaspettato. Punti a favore sono anche le performance degli attori principali e l’ottima resa dei poteri delle chiavi. Pecca purtroppo di atmosfera e a tratti di coerenza, e rischia di non convincere e coinvolgere appieno lo spettatore.

Melancoliae Articoli
Una traduttrice made in Italy appassionata di videogiochi (in particolare j-rpg), fumetti (Bonelli, americani e giapponesi), anime, letteratura fantasy e sci-fi e serie tv.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*