Dragon Trainer – Il Mondo Nascosto

dragon trainer 3 il mondo nascosto film 2019

Voto:

Inizio la recensione con delle scuse, verso me stesso e verso la DreamWorks, per non essermi mai deciso a guardare Dragon Trainer, cosa che ho fatto solo dopo essere stato informato dell’opportunità di vedere in anteprima il terzo capitolo, intitolato Il Mondo Nascosto, scoprendo così una saga bellissima con la quale lo studio d’animazione è riuscito a dar filo da torcere alle più blasonate produzioni Disney/Pixar. Un mondo (ispirato ai romanzi di Cressida Cowell) colorato ed attraente, ma anche caratterizzato da temi estremamente profondi e seri nonché insoliti per un film d’animazione.

dragon trainer 3 il mondo nascosto draghi

In questo Dragon Trainer 3 ritroviamo un Hiccup ventunenne, ad un anno dalle vicende del secondo capitolo. La città sulla scogliera è ormai brulicante di draghi, al limite della sovrappopolazione, ma il nostro protagonista ed i suoi amici non smettono di aiutarli e liberarli dalle grinfie dei cacciatori. Gli eventi chiave della trama però sono due in particolare: per prima cosa la comparsa del cattivo Grimmel, che ancor più di Drago Bludvist nel film precedente appare minaccioso e determinato nei suoi scopi, tra i quali è prevista l’eliminazione di ogni Furia Buia rimasta sulla Terra; poi c’è l’arrivo nella vita di Sdentato della “Furia Chiara“, ultimo esemplare femminile della sua specie, dietro la cui apparizione improvvisa però si nasconde uno spiacevole segreto.

Da qui in poi la trama si dipana su due vie parallele, lasciando molto più screen time del solito al “drago innamorato”, ma anche alla sua compagna: diciamo almeno metà del film. L’altra rimane incentrata sugli esseri umani, con un approfondimento del rapporto tra Hiccup e Astrid, che vediamo alle prese con una situazione di disagio in quanto lui dovrebbe seguire le orme del padre, diventando un capo protettivo e rinunciando alla sua vita da esploratore. Oltre questo però è presente anche un importante messaggio sull’identità sociale.

dragon trainer 3 il mondo nascosto sdentato furia chiara

Il ritmo del film è un po’ altalenante: parte bene, si arena leggermente nel mezzo, ma poi esplode fragorosamente sul finale, andando a costruire una delle conclusioni più belle ed emotivamente cariche che una saga d’animazione possa mai desiderare, di quelle che lasciano con gli occhi lucidi per tutti gli ultimi minuti.

A livello tecnico Il Mondo Nascosto è eccellente come i precedessori, forse con una marcia in più dovuta ovviamente agli anni passati e il miglioramento delle tecnologie a disposizione, cosa che si nota soprattutto sui fondali. Non posso esprimermi sul doppiaggio italiano, avendo visto il film in inglese, ma almeno posso dirvi che quello originale è lodevole; personalmente preferisco di più le voci italiane, tranne forse quella di Astrid, che col suo tono da “maschiaccio” rende meglio in originale. Anche in merito alla colonna sonora il film non si discosta troppo dai suoi precedessori, proponendo brani che non sorprendono né deludono, ma in fondo era già tutto al posto giusto, non c’era nulla da cambiare.

dragon trainer 3 il mondo nascosto hiccup sdentato

Dragon Trainer – Il Mondo Nascosto è la degna e bellissima conclusione di una saga eccezionale. Avendo poi visto tutti e tre i film a stretto giro, io in particolare ne sono rimasto davvero tanto sorpreso. Complessivamente continuo a preferire il secondo film, ma questo finale è così speciale che non posso lodarlo con tutto me stesso, invitandovi a recuperare immediatamente la saga in caso ve la foste persa come il sottoscritto. Se siete già fan invece consiglio comunque un rewatch, perché vi darà modo di vivere più intensamente l’esperienza di quest’ultimo capitolo.

Un ringraziamento speciale a Universal Pictures Italia

Lorexio Articoli
Professare l'eclettismo in un mondo così selettivo risulta particolarmente difficile, ma tentar non nuoce. Qualsiasi medium "nerd" è passato tra le sue mani, e pur avendo delle preferenze, cerca di analizzare tutto quello che gli capita attorno. Non è detto che sia sempre così accurato però.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*