San Francisco – Costruire grattacieli e reti tramviarie in California

san francisco gioco asmodee

Voto:

Costruire una delle più grandi metropoli degli Stati Uniti non è cosa banale. Ci sono interi quartieri residenziali, parchi e giardini, monumenti e infrastrutture costiere, tutte da collegare saggiamente con un’efficiente rete di tram. E se la popolazione e lo sviluppo economico aumentano… bisogna cominciare a pensare in grande, erigendo maestosi grattacieli!

San Francisco è un gioco da tavolo di Reiner Knizia per 2-4 giocatori, edito in Italia da Asmodee, in cui i giocatori competono nelle vesti di urbanisti che hanno il compito di edificare al meglio la famosa città californiana, ottimizzando le proprie scelte e ricevendo il maggior numero di riconoscimenti.

san francisco gioco setup
Setup per 2 giocatori

La preparazione di una partita prevede i seguenti step:

  • Si colloca la plancia punteggio al centro del tavolo e si dispongono sopra di essa i segnalini esagonali completamento del quartiere e, in base al numero di giocatori, i segnalini vantaggio circolari. Analogamente si collocano sugli appositi spazi le tessere bonus e le carte bonus.
  • Si posiziona la plancia progetti sotto la plancia punteggio e si collocano sopra di essa, in quantità dipendente dal numero di giocatori, le tessere fondamenta.
  • Si mescola il mazzo di carte progetto da porre di lato alla plancia progetti.
  • Si dispone una riserva di contratti, grattacieli, tram e la medaglia del maestro costruttore.
  • Ogni giocatore riceve una plancia città.
san francisco gioco plancia progetti
Plancia progetti

Il primo giocatore è colui che è salito più di recente un tram, poi la partita procede a turni in senso orario finché non viene innescata una condizione di fine partita.

Durante il proprio turno ogni giocatore deve effettuare una delle seguenti azioni:

  • Collocare un progetto
  • Finalizzare i progetti

Per collocare un progetto il giocatore pesca una carta progetto e, dopo averla rivelata, la pone a faccia in su sotto una delle tre colonne di carte sotto la plancia progetti. Se la carta appena rivelata contiene il simbolo fondamenta, allora si prende una tessera fondamenta dalla plancia progetti e la si colloca sopra la suddetta carta.

san francisco gioco progetti

Per finalizzare i progetti il giocatore prende tutte le carte progetto da una colonna sotto alla plancia progetti e le colloca (se può e se vuole, tutte o una parte), sulla propria plancia città. Ogni volta che si effettua l’azione finalizzare i progetti il giocatore deve prendere anche 1 contratto dalla riserva: a tal proposito, occorre specificare che è possibile prendere solo dalle colonne che contengono un numero di carte inferiore al numero di contratti posseduti in quel momento, altrimenti l’azione non è ammessa.

Dovrebbe sempre esserci almeno 1 giocatore con zero contratti: se, in un qualsiasi momento durante la partita, tutti i giocatori possiedono almeno 1 contratto, ogni giocatore scarta 1 contratto.

san francisco gioco plancia città
Plancia città

Per quanto concerne le regole di costruzione per prima cosa occorre evidenziare che ogni plancia città presenta 5 righe, ciascuna composta da 5 caselle. Ogni riga ha un colore diverso che rappresenta uno specifico quartiere della città.

Ogni carta progetto che non sia stata scartata va collocata sulla propria plancia città, sulla riga che corrisponde al colore della carta, e sulla casella libera più a sinistra. Se non c’è abbastanza spazio la carta dovrà essere inevitabilmente scartata.

san francisco gioco carta progetto

Esistono carte progetto di 6 colori diversi: i 5 colori che rappresentano i quartieri di San Francisco più le carte nere, che sono universali e possono essere collocate su qualsiasi riga. Alcune carte hanno anche un certo numero di simboli che ne identificano le caratteristiche. Il valore della carta poi rappresenta i punti che fornisce a fine partita.

Il primo giocatore che completa un quartiere (riga) riceve un segnalino esagonale di completamento del quartiere, del colore corrispondente, dal valore di 1 punto.

san francisco gioco quartieri

Le carte su cui sono presenti i binari del tram possono dar luogo ad una rete tramviaria. Per far parte della rete una carta ha bisogno di essere adiacente (verticalmente od orizzontalmente) alla rimessa in fondo alla plancia, ad un’altra carta che faccia già parte della rete oppure ad una carta rimessa tramviaria (contrassegnata dal simbolo del tram). Appena una carta dotata di binari entra a far parte di una rete vi si colloca sopra un tram. Le carte piazze cittadine, disponibili solo nei quartieri grigio, arancione e giallo, hanno un valore di 4 solo se adiacenti ad almeno una carta con un tram, altrimenti il loro valore è pari a zero.

Le carte fondamenta appena rivelate necessitano di un tessera fondamenta sopra di esse, presa dalla plancia progetti. È possibile costruire un grattacielo sopra una carta fondamenta se la somma dei valori delle carte adiacenti è pari o superiore a 7. Ogni grattacielo vale 1 punto a fine partita. Le carte fondamenta, con le relative tessere, dettano anche il ritmo e la durata della partita.

Le carte costa, contrassegnate dall’apposito simbolo, consentono di ridurre il requisito in valore delle carte adiacenti per costruire un grattacielo.

san francisco gioco costa

Il primo giocatore a costruire un grattacielo prende la medaglia del maestro costruttore, del valore di 1 punto. Non appena un altro giocatore costruisce più grattacieli rispetto all’attuale detentore della medaglia, quel giocatore riceve la medaglia a sua volta.

Alcune carte presentano un simbolo bonus (compasso): quando in un quartiere vengono collocate 2 carte col simbolo bonus il giocatore riceve il bonus corrispondente dalla plancia punteggio.

I bonus che provengono dai 5 quartieri sono rispettivamente:

  • Segnalino 2 punti valore, da mettere su qualsiasi carta
  • Carta stadio, dal valore di 4 punti
  • Carta nera rimessa tramviaria
  • Tessera dal valore di 1 punto e mezzo a fine partita
  • Tessera che consente di scartare fino a 2 contratti

Inoltre c’è un ulteriore bonus indipendente dal quartiere, la tessera binari del tram, che consente di aggiungere il simbolo binari del tram a qualsiasi carta e può sempre essere scelto come alternativa agli altri bonus.

san francisco gioco bonus quartieri
Bonus quartieri

La partita termina immediatamente quando viene soddisfatta una delle seguenti condizioni:

  • L’ultimo segnalino fondamenta è stato collocato su una carta progetto
  • Un qualsiasi giocatore riempie completamente la sua plancia città

Successivamente si assegnano i segnalini vantaggio circolare secondo una specifica tabella, che dipende dal numero di giocatori, che premiano/penalizzano il valore di ciascun quartiere e le dimensioni della rete tramviaria secondo una graduatoria ed eventuali regole di spareggio.

Il giocatore con più punti è il vincitore. Eventuali spareggi vengono risolti dalle dimensioni della rete tramviaria. In caso di ulteriore parità la vittoria è condivisa.

san francisco gioco punteggi

San Francisco è un gioco competitivo basato su meccaniche di draft, piazzamento e collegamento di carte, con un sistema di punteggio che premia anche le maggioranze. Grazie al fatto che è possibile fare solo 2 azioni, al regolamento lineare e al rapido setup, la partita scorre fluida, contenendo la durata entro 1 ora di gioco.

Eppure ad ogni turno ci sono diverse considerazioni da fare: bisogna tenere sotto controllo il gioco degli avversari ai fini dei segnalini vantaggio a fine partita; valutare il tempismo nel finalizzare i progetti, eventualmente acquisendo tessere contratto o facendole scartare agli avversari, a fronte della decisione di collocare progetti, sperando di avere più opportunità di scelta successivamente; pianificare una strategia basata sui tram o sui grattacieli, o ancora sul completamento delle righe.

Sono questi i punti di forza di San Francisco, ovvero la semplicità e la velocità del gioco a fronte della molteplicità di ragionamenti da fare ad ogni turno.

san francisco gioco partita

La scalabilità è buona e, ad ogni configurazione, cambiano le peculiarità. In 2 giocatori ci sono maggiori possibilità di controllo dell’avversario, rendendo la sfida più logica e rapida, ma il gioco perde dinamicità nella disponibilità delle carte progetto e nella prevedibilità della durata. In 4 giocatori aumentano la durata e il turnover di carte progetto, ma l’imprevedibilità dell’alea nelle carte e dell’ordine di turno si fa sentire di più. Probabilmente la configurazione ottimale è con 3 giocatori al tavolo.

Stranamente non è stata fatta una differenziazione delle carte in base al numero di giocatori, come si vede in altri giochi in cui vengono scartate alcune carte quando ci sono meno partecipanti al tavolo, né una preparazione del mazzo di carte progetto secondo una logica tipo nei giochi Pax (eventualmente formato da diversi mazzetti separati che includerebbero una carta fondamenta ciascuno), in modo da rendere più schematica l’uscita delle carte fondamenta. In questo caso le 10 carte fondamenta potrebbero uscire secondo un qualsiasi ordine, rendendo più imprevedibile il relativo innesco immediato di fine partita, soprattutto con meno di 4 giocatori (6 carte in 2 giocatori, 8 in 3 giocatori, 10 in 4 giocatori).

L’equilibrio tra alea e determinismo è piuttosto bilanciato, rendendo il gioco una sfida intelligente in cui non mancano colpi di scena che possano favorire un giocatore piuttosto che un altro.

san francisco gioco panoramica

I materiali sono buoni, è molto sfizioso vedere la città che cresce gradualmente, con i tram di legno che cominciano a girare e i grattacieli in cartone. Le illustrazioni, a cura di Roman Kucharski, sono piacevoli e rilassanti alla vista, e l’ergonomia dei simboli è chiara.

San Francisco è un gioco davvero adatto a tutti, piacevole da vedere e da giocare, e ogni partita lascia la voglia di iniziarne un’altra.

Un ringraziamento speciale ad Asmodee Italia

Ingegnere, chitarrista, boardgamer, lettore, sportivo... perché chiudersi in una sola definizione? Mi piace spaziare in tutti i campi della cultura, allargare sempre i miei confini, viaggiare, conoscere e condividere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*