HyperX Cloud Stinger S – Gaming Headset

hyperx headset cloud stinger s

Voto:

La HyperX è un’azienda attiva nel mondo del gaming dai primi anni 2000 e facente parte della famiglia Kingston Technology Corporation. Tra i tantissimi prodotti commercializzati da HyperX troviamo l’headset Cloud Stinger S, utilizzabile sia su PC che su Console, che va ad inserirsi in una fascia di prezzo medio-economica. Va specificato che sotto il nome Cloud Stinger si trova un’enorme famiglia di headset, sia wireless che wired, ed è davvero facile trovare il modello che più si confà alle proprie esigenze.

L’headset oggetto di recensione è il Cloud Stinger S, progettato prettamente per le necessità del gamer PC, dotato di Virtual 7.1 Surround Sound, cavo jack da 3.5 mm e adattatore USB. Un modello dedicato all’utilizzo casalingo che rappresenta la scelta ideale per coloro che sono alla ricerca di un prodotto a buon mercato, ma con caratteristiche sonore e costruttive considerevoli.

Nella mia lunga prova, ho testato il Cloud Stinger S in diverse modalità, focalizzandomi non solo sul gaming PC ma anche su Xbox One e sull’utilizzo on-the-go con Nintendo Switch e smartphone. L’headset si è comportato egregiamente in quasi tutte le circostanze, grazie soprattutto alla sua estrema leggerezza.

hyperx cloud stinger s padiglioni

Lo stile del Cloud Stinger S è molto semplice e minimale, senza retroilluminazioni o grafiche colorate. L’headset è rivestito in plastica nera satinata, con loghi HyperX in grigio. I padiglioni e l’arcata presentano un’imbottitura, nera anch’essa, foderata di pelle sintetica. La semplicità del design generale non risulta solo esteticamente gradevole, ma lascia scarsa possibilità a sporco e polvere di annidarsi sul prodotto. I padiglioni auricolari, inoltre, possono ruotare di 90 gradi, permettendo all’utente di poggiare comodamente le cuffie sulle spalle quando non utilizzate. Le regolazioni a scorrimento lasciano trasparire l’anima metallica di cui la struttura è costituita.

Uno dei punti di forza del Cloud Singer S è senza dubbio la comodità. L’headset è tra i più leggeri in commercio nella sua fascia di prezzo, tanto da non affaticare i muscoli del collo anche dopo svariate ore di gaming. Le imbottiture, sia intorno ai padiglioni che sull’arco, non appesantiscono l’oggetto e sono di buona qualità e gradevoli al tatto. Una volta trovata la giusta misura utilizzando i pratici e solidi slider, il Cloud Stinger S rimarrà stabilmente in posizione senza però porre troppa pressione sulle orecchie.

hyperx cloud stinger s volume

Sotto il padiglione destro è presente il selettore del volume, decisamente intuitivo da utilizzare. Sebbene avessi la possibilità di gestire l’audio attraverso la tastiera del mio PC, una volta indossato l’headset ho trovato più semplice e veloce utilizzare l’apposito selettore, soprattutto durante sessioni col controller. Il microfono integrato può ruotare di 90 gradi spegnendosi se in posizione verticale, una funzione che ho molto apprezzato nell’utilizzo quotidiano, poiché permette di chiudere rapidamente la comunicazione qualora in casa ci fosse eccessivo rumore di sottofondo.

In quanto alla qualità costruttiva, la HyperX ci ha abituati a prodotti eccellenti, soprattutto sui modelli di fascia più alta. Nonostante questo sia un headset di fascia media, la buona qualità dei materiali e del loro assemblaggio non mi ha lasciato indifferente. La plastica nera satinata che compone la struttura delle cuffie è di pregevole qualità così come lo sono le imbottiture rivestite di pelle sintetica e il microfono. Non sono però soddisfatto del cavo jack, a mio parere è troppo sottile e probabilmente delicato per un utilizzo giornaliero nel lungo periodo.

hyperx cloud stinger s controller

Il Cloud Stinger S è un headset prettamente dedicato al gaming casalingo. Nonostante ciò, ho comunque voluto testarlo con la mia Nintendo Switch e con lo smartphone, fuori casa. Posto fuori il suo ambiente naturale l’headset mostra tutta la sua voluminosità, risultando poco pratico nel gaming on-the-go. La possibilità di poter roteare i padiglioni così da appoggiare le cuffie sulle spalle, però, rimane molto utile qualora non si stia utilizzando alcun dispositivo.

In ogni situazione comunque ho trovato il suono molto bilanciato, con una leggera predilezione sugli alti, ma una precisione dei suoni bassi e medi rimarchevole, che restituisce fedelmente esplosioni, tuoni e rombi di motori senza alcun singhiozzo. Ciò le rende anche perfette per l’ascolto di pressoché ogni genere musicale. Anche spinto ad un volume elevato, nella mia prova l’headset si è comportato egregiamente, non andando mai in difficoltà. Come spesso accade nella fascia di prezzo media, però, il Cloud Stinger S non è dotato di alcun sistema di noise control, lasciando il compito dell’isolamento dal mondo esterno alle sole imbottiture che, pur compiendo un ottimo lavoro sui suoni alti (come quelli emessi da molti condizionatori dell’aria), possono ben poco nei confronti delle tonalità più basse, come il motore di un bus. Tenetene conto se vorrete utilizzarle fuori casa.

hyperx cloud stinger s fuori scatola

Come già accennato il microfono può collocarsi in due posizioni: in verticale (spento) e in orizzontale davanti alla bocca (acceso). La qualità dell’audio trasmesso è eccellente, restituisce sempre un suono fedele abbattendo la gran parte dei rumori di sottofondo. Il Cloud Stinger S non ha solamente superato brillantemente il mio test su PC e Console, ma si è comportato ottimamente anche nelle telefonate.

L‘adattatore USB in dotazione, dotato di ingresso jack 3.5, permette di gestire il suono sia in entrata che in uscita. Il cavo jack è probabilmente troppo lungo per l’utilizzo su desktop, ma rimane utile qualora si voglia connetterlo ad un televisore. Posso confermare che l’headset è perfettamente compatibile con i controller Xbox One, mantenendo l’operatività dei controlli di volume e di accensione e spegnimento del microfono, ma da quel che ho visto tende a funzionare correttamente con tutti i dispositivi dotati di ingresso jack 3.5.

All’interno della scatola, per concludere, si trovano i consueti manuali d’istruzione e utilizzo, l’adattatore USB per il gaming su PC e, ovviamente, l’headset. Sono deluso, purtroppo, dall’assenza di un case o di una semplice sacchetta per proteggere le cuffie dalla polvere quando non utilizzate.

hyperx cloud stinger s scatola

HyperX compie un buonissimo lavoro portando in commercio un headset di fascia medio-economica di qualità. Il Cloud Stinger S rappresenta la scelta naturale per chiunque sia alla ricerca di un prodotto da utilizzare soprattutto nelle proprie mura di casa, forte della sua leggerezza, comodità e del suono pulito che riesce a garantire sia in entrata che in uscita.

Per farvi un’idea più completa del prodotto, qui sotto vi propongo anche un video di unboxing.

Special thanks to HyperX



Ayr
Architetto visionario, musicista scabroso, fiero seguace delle avventure di Dylan Dog e Groucho, polemista sempre in controtendenza, possessore di qualsiasi prodotto Microsoft e grande appassionato di videogiochi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Accetto la Privacy Policy

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.