Stanlio & Ollio (2019)

stanlio e ollio film 2019

Voto:

Ultimamente abbiamo assistito all’uscita di svariati film biografici, quasi tutti dedicati al mondo della musica (Bohemian Rhapsody, The Dirt, Rocketman), però uno di quelli maggiormente degni di nota parla di un leggendario duo comico del cinema.

Stanlio & Ollio è ispirato al libro Laurel and Hardy: The British Tours di A. J. Marriott e racconta della tournée teatrale intrapresa dai due comici in Inghilterra nel 1953. Un’importante particolarità del racconto è che non punta la lente d’ingrandimento sul loro periodo di massima gloria, ma su quello di declino, quando ormai buona parte del pubblico pensava si fossero ritirati, concentrandosi quindi non tanto sulla loro carriera, ma sulla loro amicizia anche fuori dal set.

stanlio e ollio film 2019 foto

Sebbene non manchi tanto umorismo, il film è pervaso da un’atmosfera di malinconia che mi ha riportato un po’ alla mente la barzelletta di Watchmen: “ma dottore, Pagliacci sono io”. Dietro le maschere indossate in scena, i comici sono persone esattamente come tutte le altre, con vizi, debolezze e ambizioni. Stan Laurel tra i due era quello dalla vena autoriale, uno stacanovista del mestiere che magari avrebbe voluto far emergere di più il proprio valore, mentre Oliver Hardy tendeva ad accontentarsi di ciò che il suo naturale talento comico gli offriva, fintanto che gli permetteva di scommettere sulle corse di cavalli. Entrambi poi ebbero vite sentimentali complicate, lasciandosi alle spalle diversi matrimoni.

Stanlio & Ollio mette proprio in evidenza come le loro differenze caratteriali, le loro diverse visioni del lavoro, ad un certo punto li abbiano portati a dividersi per poi ritrovarsi in quest’ultima tournée. Un po’ alla volta abbiamo modo di comprendere dove finiscono i personaggi e dove iniziano le persone, scoprendo che in realtà li lega un’amicizia più profonda di quanto inizialmente non sembri. Molto interessante anche la volontà di mettere sotto i riflettori le mogli Ida Laurel e Lucille Hardy, interpretate rispettivamente dalle ottime Nina Arianda e Shirley Henderson: le due donne, oltre ad avere un ruolo di supporto per i protagonisti, formano quasi una coppia comica a parte e in più occasioni si rivelano esilaranti.

stanlio e ollio film 2019 mogli

Quest’operazione guidata da Jon S. Baird è stata un successo sotto tanti aspetti: il film diverte, commuove e ci restituisce il fascino di un’epoca del cinema ormai lontanissima da noi, ma soprattutto rende meravigliosamente omaggio a Stanlio e Ollio ravvivandone il ricordo. Al termine della visione si prova una gran voglia di saperne di più, di andare a recuperare film e corti del duo e magari approfondirne ancora meglio la storia, cosa non da poco considerando che ormai in televisione, a differenza di un tempo, non viene trasmesso più nulla di loro e spesso le nuove generazioni li conoscono a malapena.

Oltre che a Baird, che a livello registico ci regala delle chicche niente male, gran parte del merito va anche ai protagonisti Steve Coogan (Stan) e John C. Reilly (Oliver). L’interpretazione dei due attori è stata semplicemente formidabile, sono riusciti a replicare con cura ogni dettaglio dei comici, in particolare la mimica facciale, dimostrando di aver compiuto un gran lavoro di studio e ricerca prima di calarsi nei loro panni. Questo è uno di quei casi in cui almeno una visione in lingua originale è d’obbligo.

stanlio e ollio film 2019 palco

Stanlio & Ollio è un film tutto sommato semplice, ma capace di scaldare il cuore come pochi. Ci si affeziona ai personaggi, si ride e ci si rattrista con loro e arrivati alla fine si ha ancora tanta voglia di stare in loro compagnia, pertanto si è portati ad andare a guardare o leggere altro su questa coppia che ha lasciato un segno indelebile nella storia del cinema. Un biopic di rara bellezza, che consiglio anche a chi non prova particolare interesse verso questi due comici.

RocketSimoon
RocketSimoon Articoli
Appassionato di film e videogiochi da quando c'erano ancora videocassette e floppy disk, da meno tempo anche di serie tv. Sono curioso per natura e per questo non specializzato in un unico genere, ma tendo a preferire horror, thriller e azione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*