Elastium, un gioco dalla strategia elastica

elastium gioco da tavolo dv giochi

Voto:

Dopo aver appena scoperto l’Elastium, una rara sostanza elastica con cui poter controllare il tempo e lo spazio, è possibile intraprendere nuovi viaggi, verso mondi remoti e mai esplorati prima, alla ricerca di oggetti preziosi e fantastici tesori. Ma soltanto chi avrà la strategia più elastica riuscirà nell’impresa!

Elastium è un gioco da tavolo per 2-4 giocatori di Oren Shainin e Yaniv Kahana, edito in Italia da dV Giochi, il cui scopo è quello di accumulare il maggior numero di punti raccogliendo oggetti preziosi e portando a termine le diverse missioni assegnate in ogni scenario.

elastium gioco scatola
Contenuto della scatola

La preparazione del gioco è molto veloce e costituita da pochi semplici passaggi.

Dopo aver scelto uno tra gli 8 scenari disponibili, diversi per 2, 3 o 4 giocatori, si posiziona il corrispondente tabellone sulla base di gioco 3D, intorno alla quale sarà montato il percorso segnapunti e conta-round.

Ogni giocatore sceglie un colore e ne prende tutti gli elastici e la pedina segnapunti, da piazzare sulla casella zero del segnapunti. Dopo aver scelto il giocatore iniziale si distribuiscono 4 carte al primo giocatore, 5 carte al secondo e così via.

Infine si posiziona vicino al tabellone la riserva dei cristalli d’energia ed il mazzo delle carte con 5 carte scoperte a disposizione di tutti.

elastium gioco setup 4 giocatori

Nel proprio turno ogni giocatore può compiere 2 azioni tra cui:

  • Pescare due carte dalla riserva scoperta o dal mazzo coperto, nella combinazione che preferisce
  • Piazzare un elastico in uno dei modi consentiti dallo scenario scelto

Le carte consentono di trasformare le risorse naturali in Elastium da usare per esplorare e controllare i territori.

Per piazzare un elastico è necessario collegare 2, 3 o 4 perni seguendo le linee disegnate sul tabellone e scartando le carte nei colori corrispondenti ai perni. Un settore all’interno di un elastico è considerato esplorato e colui che lo detiene ottiene i tesori e i cristalli d’energia contenuti in esso. Analogamente un settore si definisce racchiuso se è completamente circondato da elastici di uno stesso giocatore. Solo il primo giocatore che esplora o racchiude una zona ne riceve i benefici.

Il primo elastico della partita va collocato a partire da uno dei perni iniziali (con l’alone), mentre i successivi vanno sempre collegati ad uno dei perni già occupati dal proprio colore. I giocatori partono da lati opposti.

Se un perno è già occupato dal proprio colore non si scarta alcuna carta, se è libero bisogna scartare una carta del colore corrispondente e, se appartiene ad uno o più giocatori avversari, occorre dare la relativa carta ad uno di quei giocatori. È possibile giocare due carte uguali come colore jolly.

Una volta per turno è possibile inoltre spendere 3 cristalli d’energia per svolgere un’azione aggiuntiva.

elastium gioco elastici

Le condizioni di fine partita dipendono dallo scenario scelto, ma dopo che tutti i giocatori hanno giocato l’ultimo round e dopo aver assegnato 1 punto per ogni 3 cristalli d’energia posseduti, il giocatore con più punti vittoria è il vincitore. In caso di parità vince chi ha piazzato meno elastici e, se la parità persiste, la vittoria è condivisa.

Elastium si rivela già dalle prime partite un gioco rapido e divertente, pieno di interazione intelligente e dall’elevata rigiocabilità. Il regolamento, chiaro e ben scritto, consente di spiegare il gioco in 5 minuti e la disponibilità dei diversi scenari rende ogni partita diversa ed accattivante.

Nella giungla c’è una sfida di velocità; nel vulcano un numero fisso di round entro cui soddisfare specifiche condizioni; nella città lagunare si costruiscono ponti e non è possibile racchiudere zone; sull’altopiano ci sono regole aggiuntive per comporre disegni; nelle antiche rovine si costruiscono barriere (nuovi modi di piazzamento elastici) e lo scopo è racchiudere siti archeologici; nel triangolo maledettonon ci sono carte scoperte (ogni giocatore ha un suo mazzetto) né perni di partenza e lo scopo è quello di esplorare più settori isolati possibili; poi ci sono le divinità esigenti in cui compaiono i totem ed infine il labirinto in cui i tesori si trovano lungo le linee di collegamento.

elastium gioco contenuto

La meccanica di gioco è quella dell’area control e quindi si deduce l’elevata interazione che può venire a crearsi tra i giocatori. Nel corso della partita ci si ritroverà a sottrarre tesori agli avversari, ad ostacolare il loro percorso e costringerli a pagare carte aggiuntive. Questo significa che già da inizio partita è importante prefigurarsi in mente un percorso da seguire. L’incidenza della fortuna è praticamente nulla, la si ritrova soltanto nella pesca delle carte e questo avvantaggia l’aspetto tattico.

La scalabilità è davvero ottima, garantita dal fatto che ci sono diverse plance a seconda del numero di giocatori, e la durata non ne è particolarmente influenzata, restando intorno a un’ora di gioco. Con l’aumentare del numero di giocatori aumenta comunque la necessità di controllare meglio dove e come si posizionano i propri elastici per evitare di confondersi e commettere errori.

elastium gioco foto

I materiali sono del tutto innovativi, dal momento che per la prima volta troviamo degli elastici al posto dei soliti cubetti e segnalini, e la loro qualità e resistenza è comunque buona. Non si sente la necessità di imbustare le carte dal momento che vengono mescolate solo una volta o due a partita. Inoltre, fatta eccezione per il regolamento, il gioco è indipendente dalla lingua. In quanto all’ambientazione, purtroppo non si può definire un punto di forza del gioco che, nonostante la presenza dei diversi scenari, resta sostanzialmente un astratto.

Elastium è un gioco i cui punti di forza sono la semplicità e la velocità, cosa che lo rendono perfetto per i neofiti e per i bambini (8+) ma questo non significa che si tratti di un gioco banale. Ogni scenario presenta sfide intelligenti in cui bisogna pianificare ogni azione, sia in termini di requisiti che in termini di effetti e, nonostante non si riscontrino particolari innovazioni di meccaniche o twist di gioco, ci sono comunque diversi spunti interessanti che lo rendono allettante.

Un ringraziamento speciale a dV Giochi

Ioria
Ingegnere, chitarrista, boardgamer, lettore... perché chiudersi in una sola definizione? Mi piace spaziare in tutti i campi della cultura, allargare sempre i miei confini, viaggiare, conoscere e condividere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.